HOME PAGE |  ISTITUTI AFFILIATI  |  PUBBLICITA' LA REDAZIONE  |  CONTATTI

GALLERIA FOTO PATOLOGIE

FORUM DEL MEDICO ON LINE

ANDROLOGIA

SESSUOLOGIA

DERMATOLOGIA

MEDICINA ESTETICA

CHIRURGIA PLASTICA

TRICOLOGIA

ENDOCRINOLOGIA

PSICOLOGIA

PATOLOGIA CLINICA

DIETOLOGIA

MEDICINA NATURALE

MEDICINA GENERALE

 
 

HOME PAGE DEL SITO NUOVAITALIAMEDICA.IT - ESTATE 19/04/2018

Rss nuovaitaliamedica.it
Tieniti sempre aggiornato, sui nostri articoli..


Numero 7 Anno 6  Bim. Nov/Dic 2017 - anno XXIV

 
 

  ARCHIVIO ARTICOLI:   Titolo  Corpo              TUTTI GLI ARTICOLI DI QUESTO MESE


EDITORIALE: << OSTAGGI DELLA GIUSTIZIA INGIUSTA >>

Il dramma inquietante di una giustizia folle ingiusta e malata.

Il lento vergognoso e inquietante processo della verruca, che da 7 anni va avanti per colpire a morte ed eliminare l’eroico e bravo medico ignoto. Un complotto giudiziario ordito a tavolino con indagini fittizie menzogne e diritti umani violati, senza limiti “AD IOSA” come si sul dire. Il presente calvario di un serio e preparato professionista e delle sue aziende sanitarie distrutte e rottamate in tutta Italia e il dramma dipendenti e collaboratori perseguitati e abbandonati nella disperazione della disoccupazione da lunghi anni. Un capitale umano di grande valore che è andato perduto. Privacy violata e pazienti (forse 5000) molestati continuamente e trascinati a testimoniare reiterate volte per mille tentativi messi in atto per incastrare il medico senza colpa e continuare a perseguitarlo a tutti i costi. D’altronde 7 anni di “SUDATO LAVORO” di una cricca di magistrati e pm e milioni e milioni di spese per il più ridicolo e umiliante processo dall’unità d’ Italia ad oggi, come si potrebbe giustificare dopo tanto lavoro giudiziario inutile? Appunto tanto “LAVORO” va ripagato a tutti i costi, tornare indietro sarebbe come dire che tutto quello che di negativo e odioso è stato fatto non ne valeva la pena. L’aggressione del medico ignoto, va inquadrata nell’ottica non di un atto di giustizia, ma di viltà. Con lo scorrere lento degli anni e di testimoni che non hanno nulla da dire o di che lamentarsi, va avanti il processo snervante, ormai conosciuto come il processo della “VERRUCA” in tutta Italia e all’estero.
Il processo imbastito in seguito a una lettera anonima mai fatta conoscere all’interessato perché secretata. Chi poteva fare d’altronde la lettera anonima, sicuramente direbbe DANTE: “gente al mal poi più che al ben usi”. Questa lettera ha mosso uno stuolo di magistrati, pm e una masnada di finanzieri che da anni continua a perseguitare il medico ignoto per assestargli ormai a tutti i costi una condanna senza colpa. I danni causati, senza valutare quelli morali e la tortura psicologica ammontano a diversi milioni di euro. I disoccupati lasciati in mezzo alla strada sono numerosissimi . Il processo della “verruca” va a vanti a tutti i costi e comincia a suscitare lo sdegno e il volta stomaco non solo di tutti i medici d’Italia, ma di tutti i professionisti, nonché di tutti i pazienti e del popolo. Sappiamo che molti magistrati onesti hanno rifiutato giustamente di accettare l’incarico di portare avanti un processo che è una vera mostruosità giuridica. Detto processo, lo stiamo scrivendo per sommi capi. Per tutti gli altri argomenti e le conseguenze di un simile misfatto ne parleremo ampiamente in altra occasione come è giusto, in maniera ampia e circostanziata. Nel frattempo dopo tante udienze precedenti con cadenza mensile il processo della “verruca” si va celebrando come un rito mortificante che annuncia così i funerali della giustizia in Italia.

PROFILO DEL MEDICO
Molti titoli accademici EX vicepresidente di ordine professionale, ha diretto nella sua vita 26 cliniche e presidi professionali, sacrifici e fatiche immense , ora di lavoro il doppio oltre 10.000 voli, 50 anni di lavoro per costruire le proprie aziende, ferie mai godute, famiglia e familiari sacrificate.

CONDIZIONI ATTUALI:
Tortura psicologica. Medico ridotto in stato di schiavitù e disperazione. Sconvolta tutta la sua famiglia (il Medico è padre di 7 figli). Così, in uno stato di vessazione continua e di soprusi, oggi si trova il medico in questione: scienziato, giornalista e scrittore operoso , costretto a svolgere la professione in mezzo alla strada, ospite di colleghi. Questa figura di Medico anziché essere incoraggiato per le sue grandi iniziative continua a essere punito e perseguitato. Un medico tutta la vita, prigioniero politico, perseguitato civile.

Il processo della “VERRUCA” non riguarda solo il medico coraggioso colpito selvaggiamente ma l’intero popolo italiano, riguarda la giustizia tradita. Nel processo della “Verruca” si riflette lo strapotere, opera di tanti di coloro che dovrebbero essere i tutori e depositari della giustizia, ci auguriamo che il popolo italiano vista la perenne inerzia delle aule parlamentari si mobiliti a dia un colpo di spugna alla giustizia ingiusta nell’italia illiberale. L’inquisito innocente non si ascolta per niente e non si fa in nessuna occasione parlare perché non è mai il momento, la letterina anonima non si porta mai a conoscenza di nessuno perché secretata e per la paura che emerga la verità dell’assoluta non colpevolezza del medico punito anche se non ha mai commesso alcun reato, colpevole di niente, ma solo di aver fatto sempre il proprio dovere con gran dedizione, solerzia e altruismo per ben 52 anni. Lo sappiamo che nulla si può fare oggi per difendersi dalle aggressioni ingiuste; ma in questo caso chiediamo la solidarietà di tutti gli italiani verso il Medico inquisito ancora vivo per miracolo e massacrato senza sosta, dalla giustizia iniqua e ingiusta e del fisco losco e ladro. Nel medico ignoto si identifichi ogni italiano perseguitato. Queste righe che qui scriviamo cominciano ad invocare il cambiamento della giustizia sporca in giustizia pulita equa e giusta.

 


EDITORIALE: << Medici e aziende sanitarie private controllate frequentemente e con maggiore incidenza nell’Italia ingiusta e non libera. >>

Migliaia di aziende sanitarie e private per decenni bloccate dai cosiddetti sequestri preventivi, spesso per futili motivi e operati da pubblici ministeri anche in via ipoteticamente astratta.

Senza alcun giudizio senza alcuna condanna, si resta impotenti con una giustizia lumaca con l’immediata distruzione aziendale. L’azienda viene chiusa anche per un decennio, perdendo il capitale umano e diventando fonte di disoccupazione. Un azienda sanitaria richiede per essere creata lunghi decenni di sacrifici e fatica e poi senza pietà con il sequestro preventivo viene “bloccata” e distrutta.

I Medici aderenti al cosmi (Confederazione Sanitaria Mediti Italiani) , i Medici aderenti al coonalp (Coordinamento Nazionale delle Libere Professioni) insieme ai medici aderenti al M.R.P.P (movimento riformisti protestanti politici )aderiscono pienamente insieme a milioni di Italiani e ad altre forze politiche all' iniziativa referendaria promossa dai Radicali.

Il direttore
Dott. A.P. Polizzi




Torna alla home page


Collegamenti pubblicitari esterni:

Collegamento diretto Siti web affiliati a Nuova Italia Medica
Dermatologia - Medicina Estetica - Andrologia - Urologia - Sessuologia - Endocrinologia  - Tricologia - Psicologia

 


 


CONTATTI  |  CHI SIAMO IN REDAZIONE  |  PUBBLICITA'  | LETTERE AL DIRETTORE  | PROPONI UN ARTICOLO |   WEBMASTER Rss


Nuova Italia Medica Rivista Trimestrale Nazionale di informazione medica e cultura. Registrazione del tribunale di Catania N° 17/94 del 30/06/1994
© Tutti i diritti riservati www.nuovaitaliamedica.it  Copyright 2007 - 2013

 

 

 

Archivio articoli Nim

Gli articoli di nuova italia medica



Ricevi i nostri feed, clicca qui


NUOVAITALIAMEDICA CONSIGLIA DI VISITARE:

Il Centro Medico Eudermico Italiano dal 1964 è l'unica struttura polispecialistica a carattere nazionale che con i vari presidi sanitari dislocati in tutto il territorio garantisce la possibilità di affrontare, curare e risolvere con le cure mediche e con la chirurgia andrologica tutti i casi che si presentano con le varie patologie.  VAI AL SITO WEB