HOME PAGE |  ISTITUTI AFFILIATI  |  PUBBLICITA' LA REDAZIONE  |  CONTATTI

GALLERIA FOTO PATOLOGIE

FORUM DEL MEDICO ON LINE

ANDROLOGIA

SESSUOLOGIA

DERMATOLOGIA

MEDICINA ESTETICA

CHIRURGIA PLASTICA

TRICOLOGIA

ENDOCRINOLOGIA

PSICOLOGIA

PATOLOGIA CLINICA

DIETOLOGIA

MEDICINA NATURALE

MEDICINA GENERALE

 
 

HOME PAGE DEL SITO NUOVAITALIAMEDICA.IT - ESTATE 17/07/2018

Rss nuovaitaliamedica.it
Tieniti sempre aggiornato, sui nostri articoli..


Numero 2 Anno 7  II Trimestre - anno MMXVIII

 
 

  ARCHIVIO ARTICOLI:   Titolo  Corpo              TUTTI GLI ARTICOLI DI QUESTO MESE

Medico o Articolista? Proponi un articolo

Metti nei preferiti questo articolo

Versione Stampabile articolo


ANDROLOGIA: << DISFUNZIONE ERETTILE, NOVITA’ E FALSI MITI >>
In Italia, si stima che circa 3 milioni di uomini siano affetti da impotenza, quella condizione che colpisce la capacità di un uomo di raggiungere o mantenere l’erezione o di eiaculare.

Spazio pubblicitario tricologiamedica.it 
TRICOLOGIA MEDICA

In Italia, si stima che circa 3 milioni di uomini siano affetti da impotenza, quella condizione che colpisce la capacità di un uomo di raggiungere o mantenere l’erezione o di eiaculare.
Soffermiamoci in particolar modo sul deficit erettile, Le cause di questo disturbo possono essere molteplici, di derivazione emotiva e/o fisica.

Quando un problema si presenta una volta o in episodi isolati può riflettere un disturbo fisico momentaneo come l’influenza, la stanchezza, il pasto troppo eccessivo. Potrebbe essere collegato ad altri problemi psicologici come stress, mancanza di privacy o scarsa familiarità con una nuova partner e diventare poi, se non adeguatamente curato, fattore anche di depressione e bassa autostima.
Come già abbiamo detto in precedenza, l’impotenza può essere conseguenza di alcune malattie come il diabete, una malattia che ha tra gli effetti collaterali il danneggiamento dei nervi, strettamente collegati alle sensazioni percepite dal pene.
Poi, ci sono diversi disturbi neurologici che possono determinare l’impotenza, come i morbi di Alzheimer e Parkinson, ma anche problemi cardiaci e ipertensione. L’impotenza può essere causata da problematiche alla prostata o persino dal costante uso della bicicletta (per la pressione ripetuta sui glutei e i genitali). Questa forma di disfunzione erettile, per di più, può essere generata dall’assunzione di alcuni farmaci che influenzano il flusso del sangue, tra cui i chemioterapici, gli antidepressivi, gli stimolanti del sistema nervoso centrale (anfetamine, per esempio), i diuretici e gli antistaminici.

Infine, anche un disturbo emotivo può causare problemi all’erezione, quale la depressione o l’ansia così come l’abuso di droghe (come la cocaina) o di alcol.

A tale proposito bisogna fare chiarezza sul presunto effetto disinibitorio dell’alcool. L'alcool inganna perché, se assunto in piccole quantità, può fare sentire più rilassati, ma assolutamente non aiuta le prestazioni sessuali. L'alcol in realtà è una sostanza che agisce a livello vascolare ed ha un effetto vasodilatatore che peggiora l'erezione. Gli effetti negativi dell'alcol si ripercuotono, nel tempo, anche sulla salute riproduttiva e sessuale: diminuisce la produzione di testosterone, influisce negativamente sulla salute delle arterie che permettono l’afflusso di sangue al pene, quindi provoca deficit erettile.

Stesso discorso per le sostanze dopanti che sembrano dare tono e vigore, ma in realtà sono estremamente nocive per la salute sessuale ma anche per la salute in generale. Possono portare ad una riduzione non solo del volume dei e spesso sono causa di aumento della pressione sanguigna.

Comunque, per curare l’impotenza, in relazione alla sua causa, ci si può avvalere o dell'uso di farmaci ad hoc o di una consulenza psicologica o, nelle situazioni più estreme, di un intervento chirurgico sui vasi sanguigni.
Nel caso in cui dovessero emergere cause organiche, è ovvio il necessario ricorso all’urologo o all’andrologo; se il problema, invece, dovesse essere di natura psicologia, allora si consiglia la psicoterapia.

Per molti anni la concezione dominante considerava la maggior parte dei casi di disfunzione erettile come avente origine psicologica, mentre, più recentemente, è emersa la tendenza a sostenere un’origine prevalentemente organica. Nell’ultimo anno il consumo di Viagra, Cialis, Levitra, Spedra, i farmaci a base di Sildenafil, noto come rimedio al disturbo erettile, è aumentato del 13,4%. Da poco tempo di è affacciato sul mercato un preparato che si chiama Rabestrom, pronto all’uso come una caramella, si assume senza acqua, svincolato dai pasti e che agisce in circa mezz’ora.

Raccomandiamo tuttavia di diffidare sempre dagli acquisti on line, come per tutti i farmaci, anche per quelli contro la disfunzione erettile, è necessaria la prescrizione medica preceduta da un’accurata valutazione dello specialista.

 

Commenta l'articolo su facebook:

Redazione Nuovaitaliamedica
11-6-2018



Atre notizie
in categoria
ANDROLOGIA

Visualizza Tutti gli articoli di questa uscita N° 2 - Anno 7


Torna alla home page


Collegamenti pubblicitari esterni:

Collegamento diretto Siti web affiliati a Nuova Italia Medica
Dermatologia - Medicina Estetica - Andrologia - Urologia - Sessuologia - Endocrinologia  - Tricologia - Psicologia

 


 


CONTATTI  |  CHI SIAMO IN REDAZIONE  |  PUBBLICITA'  | LETTERE AL DIRETTORE  | PROPONI UN ARTICOLO |   WEBMASTER Rss


Nuova Italia Medica Rivista Trimestrale Nazionale di informazione medica e cultura. Registrazione del tribunale di Catania N° 17/94 del 30/06/1994
© Tutti i diritti riservati www.nuovaitaliamedica.it  Copyright 2007 - 2013

 

 

 

Archivio articoli Nim

Gli articoli di nuova italia medica



Ricevi i nostri feed, clicca qui


NUOVAITALIAMEDICA CONSIGLIA DI VISITARE:

Il Centro Medico Eudermico Italiano dal 1964 è l'unica struttura polispecialistica a carattere nazionale che con i vari presidi sanitari dislocati in tutto il territorio garantisce la possibilità di affrontare, curare e risolvere con le cure mediche e con la chirurgia andrologica tutti i casi che si presentano con le varie patologie.  VAI AL SITO WEB