HOME PAGE |  ISTITUTI AFFILIATI  |  PUBBLICITA' LA REDAZIONE  |  CONTATTI

GALLERIA FOTO PATOLOGIE

FORUM DEL MEDICO ON LINE

ANDROLOGIA

SESSUOLOGIA

DERMATOLOGIA

MEDICINA ESTETICA

CHIRURGIA PLASTICA

TRICOLOGIA

ENDOCRINOLOGIA

PSICOLOGIA

PATOLOGIA CLINICA

DIETOLOGIA

MEDICINA NATURALE

MEDICINA GENERALE

 
 

HOME PAGE DEL SITO NUOVAITALIAMEDICA.IT - ESTATE 10/12/2018

Rss nuovaitaliamedica.it
Tieniti sempre aggiornato, sui nostri articoli..


Numero 3 Anno 7  III Trimestre - anno MMXVIII

 
 

  ARCHIVIO ARTICOLI:   Titolo  Corpo              TUTTI GLI ARTICOLI DI QUESTO MESE

Medico o Articolista? Proponi un articolo

Metti nei preferiti questo articolo

Versione Stampabile articolo


DERMATOLOGIA: << IL DERMATOFIBROMA E IL FIBROMA PENDULO >>

Spazio pubblicitario umlmedica.it
UML MEDICA

I fibromi possono presentare due tipi di morfologia e, in base a tale conformazione, si suddividono in fibroma duro e fibroma molle. Nel primo caso, il fibroma è costituito da molte fibre e poche cellule (tipica caratteristica dei fibromi della pelle) e si parla di dermatofibroma o noduli cutanei. Il fibroma pendulo o molle, invece, ha una particolare forma ramificata ed è costituito da molte cellule collegate le une alle altre, e poche fibre (tipico fibroma delle ascelle, dell'inguine e del collo).


Il dermatofibroma è un tumore benigno la cui origine non è ancora del tutto nota e che si osserva prevalentemente nel sesso femminile dopo i 40 anni di età. Può insorgere ovunque ma compare più spesso alle estremità avambracci, gambe, cosce e glutei. Questo nodulo, spesso incassato nel derma (detto anche fibroma a pasticca), è duro, fisso sulla superficie cutanea ma mobile rispetto ai piani sottostanti. Il colorito del dermatofibroma va dal rosso-violaceo, giallo, bruno o nerastro. Il nodulo ha un diametro variabile fra gli 0,5-1 cm ed è asintomatico.

Con il passare del tempo il dermatofibroma tende ad appiattirsi.
La terapia può essere chirurgica ma, vista la benignità della lesione e che spesso l'esito cicatriziale risulta più antiestetico del dermatofibroma stesso, si consiglia di non rimuoverlo.


Il fibroma pendulo o fibroma molle è la più banale e frequente lesione cutanea. E’ una formazione peduncolata, di dimensioni variabili, talora cospicue, solitamente localizzata alle pieghe. Spesso si presenta pigmentato. Di numero variabile, sono particolarmente numerosi alle pieghe ascellari e inguinali. E’ di comune osservazione l’insorgenza di numerosi elementi di piccole dimensioni al collo e anche in sede orbitale e palpebrale in soggetti di 45-50 anni. Possono andare incontro a fenomeni irritativi ed essere causa di problemi di ordine estetico. Per tali ragioni può essere consigliata l’asportazione.

 

Commenta l'articolo su facebook:

Redazione NuonaItaliaMedica
30-6-2015



Atre notizie
in categoria
DERMATOLOGIA

Visualizza Tutti gli articoli di questa uscita N° 3 - Anno 7


Torna alla home page


Collegamenti pubblicitari esterni:

Collegamento diretto Siti web affiliati a Nuova Italia Medica
Dermatologia - Medicina Estetica - Andrologia - Urologia - Sessuologia - Endocrinologia  - Tricologia - Psicologia

 


 


CONTATTI  |  CHI SIAMO IN REDAZIONE  |  PUBBLICITA'  | LETTERE AL DIRETTORE  | PROPONI UN ARTICOLO |   WEBMASTER Rss


Nuova Italia Medica Rivista Trimestrale Nazionale di informazione medica e cultura. Registrazione del tribunale di Catania N° 17/94 del 30/06/1994
© Tutti i diritti riservati www.nuovaitaliamedica.it  Copyright 2007 - 2013

 

 

 

Archivio articoli Nim

Gli articoli di nuova italia medica



Ricevi i nostri feed, clicca qui


NUOVAITALIAMEDICA CONSIGLIA DI VISITARE:

Il Centro Medico Eudermico Italiano dal 1964 è l'unica struttura polispecialistica a carattere nazionale che con i vari presidi sanitari dislocati in tutto il territorio garantisce la possibilità di affrontare, curare e risolvere con le cure mediche e con la chirurgia andrologica tutti i casi che si presentano con le varie patologie.  VAI AL SITO WEB