HOME PAGE |  ISTITUTI AFFILIATI  |  PUBBLICITA' LA REDAZIONE  |  CONTATTI

GALLERIA FOTO PATOLOGIE

FORUM DEL MEDICO ON LINE

ANDROLOGIA

SESSUOLOGIA

DERMATOLOGIA

MEDICINA ESTETICA

CHIRURGIA PLASTICA

TRICOLOGIA

ENDOCRINOLOGIA

PSICOLOGIA

PATOLOGIA CLINICA

DIETOLOGIA

MEDICINA NATURALE

MEDICINA GENERALE

 
 

HOME PAGE DEL SITO NUOVAITALIAMEDICA.IT - ESTATE 15/02/2019

Rss nuovaitaliamedica.it
Tieniti sempre aggiornato, sui nostri articoli..


Numero 3 Anno 7  III Trimestre - anno MMXVIII

 
 

  ARCHIVIO ARTICOLI:   Titolo  Corpo              TUTTI GLI ARTICOLI DI QUESTO MESE

Medico o Articolista? Proponi un articolo

Metti nei preferiti questo articolo

Versione Stampabile articolo


MEDICINA ESTETICA: << OZONOTERAPIA PER LA CELLULITE >>

Spazio pubblicitario cimesan.it

L'ozono è in grado di sciogliere le cellule di grasso ed è quindi fondamentale per il trattamento di cellulite.
L'ozono terapia in cellulite viene applicato in modi diversi, a seconda delle caratteristiche specifiche di ciascuna pratica:
-tramite iniezione con una siringa nel tessuto sottocutaneo. Non dà reazioni allergiche ma può produrre improvvisamente un dolore acuto nella zona. Attualmente questo problema è stato risolto utilizzando pompe per infusione lenta. Alla fine della sessione è consigliabile effettuare un leggero massaggio per distribuire il gas.
- idromassaggio terapeutico con acqua ozonizzata in modo che il tessuto e la parete dei vasi linfatici possano assorbire non solo l'ossigeno e ozono ma anche i minerali. Il trattamento èassolutamente consigliato, non solo per la cellulite, ma anche in caso di disturbi della circolazione periferica (varici, edemi), dermatologici (eczema, ulcere) e reumatologici (artrosi, artrite).
L'ozono agisce scindendo gli acidi grassi a lunga catena, rendendo queste catene corte e quindi più facilmente legabili all’acqua e quindi facilmente eliminabili con le urine; allontana i liquidi interstiziali ristagnanti (edema) dovuti sia alla cellulite che alla cattiva circolazione e infine si lega alla membrana dei globuli rossi apportando più ossigeno ai vari distretti e quindi attivando il metabolismo locale e una migliore circolazione veno-linfatica
I risultati sono verificabili dalla paziente già dalla prima seduta, dopo la quale si avverte subito un senso di leggerezza e scomparsa di eventuale dolenzia degli arti inferiori. In seguito si rileverà maggiore tonicità e distensione della cute e per finire sarà evidente e misurabile la riduzione dei diametri della zona interessata
I risultati sono quindi visibili dopo un brevissimo periodo di cura, mentre il ciclo di cura completa va dalle 10 alle 20 sedute con cadenza settimanale o bisettimanale.
E' fondamentale che il trattamento venga effettuato da un medico esperto specializzato in dermatologia o chirurgia plastica e abilitato alla pratica descritta.

 

Commenta l'articolo su facebook:

Nim
1-7-2013



Atre notizie
in categoria
MEDICINA ESTETICA

Visualizza Tutti gli articoli di questa uscita N° 3 - Anno 7


Torna alla home page


Collegamenti pubblicitari esterni:

Collegamento diretto Siti web affiliati a Nuova Italia Medica
Dermatologia - Medicina Estetica - Andrologia - Urologia - Sessuologia - Endocrinologia  - Tricologia - Psicologia

 


 


CONTATTI  |  CHI SIAMO IN REDAZIONE  |  PUBBLICITA'  | LETTERE AL DIRETTORE  | PROPONI UN ARTICOLO |   WEBMASTER Rss


Nuova Italia Medica Rivista Trimestrale Nazionale di informazione medica e cultura. Registrazione del tribunale di Catania N° 17/94 del 30/06/1994
© Tutti i diritti riservati www.nuovaitaliamedica.it  Copyright 2007 - 2013

 

 

 

Archivio articoli Nim

Gli articoli di nuova italia medica



Ricevi i nostri feed, clicca qui


NUOVAITALIAMEDICA CONSIGLIA DI VISITARE:

Il Centro Medico Eudermico Italiano dal 1964 è l'unica struttura polispecialistica a carattere nazionale che con i vari presidi sanitari dislocati in tutto il territorio garantisce la possibilità di affrontare, curare e risolvere con le cure mediche e con la chirurgia andrologica tutti i casi che si presentano con le varie patologie.  VAI AL SITO WEB