HOME PAGE |  ISTITUTI AFFILIATI  |  PUBBLICITA' LA REDAZIONE  |  CONTATTI

GALLERIA FOTO PATOLOGIE

FORUM DEL MEDICO ON LINE

ANDROLOGIA

SESSUOLOGIA

DERMATOLOGIA

MEDICINA ESTETICA

CHIRURGIA PLASTICA

TRICOLOGIA

ENDOCRINOLOGIA

PSICOLOGIA

PATOLOGIA CLINICA

DIETOLOGIA

MEDICINA NATURALE

MEDICINA GENERALE

 
 

HOME PAGE DEL SITO NUOVAITALIAMEDICA.IT - ESTATE 10/12/2018

Rss nuovaitaliamedica.it
Tieniti sempre aggiornato, sui nostri articoli..


Numero 3 Anno 7  III Trimestre - anno MMXVIII

 
 

  ARCHIVIO ARTICOLI:   Titolo  Corpo              TUTTI GLI ARTICOLI DI QUESTO MESE

Medico o Articolista? Proponi un articolo

Metti nei preferiti questo articolo

Versione Stampabile articolo


ANDROLOGIA: << LA FRATTURA DEL PENE >>
sindrome del chiodo piegato

Spazio pubblicitario tricologiamedica.it 
TRICOLOGIA MEDICA

La frattura del pene, detta anche sindrome del chiodo piegato è un insolito trauma del pene, dovuto a un colpo violento verificatosi durante l'erezione.
Essa è causata da una improvvisa, forzata ed innaturale flessione del pene sul proprio asse, verificatasi durante l'erezione, che determina la rottura della tunica albuginea dei corpi cavernosi cioè di quella guaina che avvolge i due cilindri che, irrorati di sangue ad alta pressione, determinano l'erezione dell'organo.

Questo evento drammatico è caratterizzato da intenso dolore, addirittura da un rumore di "schiocco di frusta", dall'immediata detumescenza del pene, da un imponente ematoma determinato dalla fuoruscita di sangue dai corpi cavernosi ai tessuti che lo circondano e talvolta da uretrorragia (emissione di sangue dall'uretra), qualora la frattura interessi anche il corpo spongioso della stessa.

E' un problema dovuto a traumi da rapporti sessuali molto intensi, dove spesso l'uomo perde il controllo della situazione concentrati.
La frattura del pene è un evento poco noto e frequente. Si tratta di un evento drammatico e molto doloroso che richiede cure immediate.

Deve essere quindi considerata un'emergenza, e va trattata con un intervento chirurgico d'emergenza.


Una mancata o ritardata correzione chirurgica, che può avvenire per trascuratezza o per vergogna in quei casi in cui la lesione è tanto modesta da essere sottovalutata dal paziente, può determinare conseguenze indesiderate come l'impotenza o la permanente deviazione del pene causata da una abnorme cicatrizzazione della lesione stessa.

 

Commenta l'articolo su facebook:

Nim
20-4-2011



Atre notizie
in categoria
ANDROLOGIA

Visualizza Tutti gli articoli di questa uscita N° 3 - Anno 7


Torna alla home page


Collegamenti pubblicitari esterni:

Collegamento diretto Siti web affiliati a Nuova Italia Medica
Dermatologia - Medicina Estetica - Andrologia - Urologia - Sessuologia - Endocrinologia  - Tricologia - Psicologia

 


 


CONTATTI  |  CHI SIAMO IN REDAZIONE  |  PUBBLICITA'  | LETTERE AL DIRETTORE  | PROPONI UN ARTICOLO |   WEBMASTER Rss


Nuova Italia Medica Rivista Trimestrale Nazionale di informazione medica e cultura. Registrazione del tribunale di Catania N° 17/94 del 30/06/1994
© Tutti i diritti riservati www.nuovaitaliamedica.it  Copyright 2007 - 2013

 

 

 

Archivio articoli Nim

Gli articoli di nuova italia medica



Ricevi i nostri feed, clicca qui


NUOVAITALIAMEDICA CONSIGLIA DI VISITARE:

Il Centro Medico Eudermico Italiano dal 1964 è l'unica struttura polispecialistica a carattere nazionale che con i vari presidi sanitari dislocati in tutto il territorio garantisce la possibilità di affrontare, curare e risolvere con le cure mediche e con la chirurgia andrologica tutti i casi che si presentano con le varie patologie.  VAI AL SITO WEB