HOME PAGE |  ISTITUTI AFFILIATI  |  PUBBLICITA' LA REDAZIONE  |  CONTATTI

GALLERIA FOTO PATOLOGIE

FORUM DEL MEDICO ON LINE

ANDROLOGIA

SESSUOLOGIA

DERMATOLOGIA

MEDICINA ESTETICA

CHIRURGIA PLASTICA

TRICOLOGIA

ENDOCRINOLOGIA

PSICOLOGIA

PATOLOGIA CLINICA

DIETOLOGIA

MEDICINA NATURALE

MEDICINA GENERALE

 
 

HOME PAGE DEL SITO NUOVAITALIAMEDICA.IT - ESTATE 13/12/2018

Rss nuovaitaliamedica.it
Tieniti sempre aggiornato, sui nostri articoli..


Numero 3 Anno 7  III Trimestre - anno MMXVIII

 
 

  ARCHIVIO ARTICOLI:   Titolo  Corpo              TUTTI GLI ARTICOLI DI QUESTO MESE

Medico o Articolista? Proponi un articolo

Metti nei preferiti questo articolo

Versione Stampabile articolo


DERMATOLOGIA: << LA PSORIASI >>
Dermatosi cronica: cause e cure

Spazio pubblicitario cmeit.it 
CENTRO MEDICO EUDERMICO ITALIANO

La psoriasi è una dermatosi cronica infiammatoria, rappresentata da elementi di grandezza e forma diversa, ma tutti costituiti, nelle forme tipiche, da un cumulo di squame.
II cumulo squamoso è più o meno rilevato: esso è costituito, negli elementi tipici, da squame bianche lucenti (argentine) o opache, disposte in strati sovrapposti. In seguito a ripetuto sfregamento, le più superficiali di queste squame si staccano facilmente scomponendosi per lo più in grumetti bianchi, e lasciando vedere una superficie liscia, coperta da una pellicola sottile, trasparente, che si può staccare in lembetti di una certa grandezza: al distacco di questa pellicola segue (immediatamente o dopo un lieve ulteriore grattamento) una fine punteggiatura emorragica.
L'eruzione psoriasica si distribuisce di solito simmetricamente nelle due metà del corpo mostrando quasi sempre una spiccata predilezione per certe sedi. Fra queste le più preferite sono il lato estensorio delle articolazioni dei gomiti, delle ginocchia ed il cuoio capelluto; queste regioni frequentemente sono interessate da sole quando la malattia inizia subdolamente e nelle forme leggere e circoscritte: in queste sedi si vede facilmente persistere o ripresentarsi qualche chiazza psoriasica anche dopo che con una cura opportuna abbiamo corretti i fatti eruttivi nelle altre parti del corpo. Oltre a queste regioni sono frequentemente colpiti gli arti, la regione sacrale, e, senza punti specialmente preferiti, il resto del tronco; piuttosto raramente è colpita la faccia; raramente, e di solito soltanto quando la eruzione è molto diffusa, il palmo della mano e la pianta dei piedi.
Al cuoio capelluto è per lo più abbondante la desquamazione a lamine bianche micacee o argentine, desquamazione che nei casi tipici è raccolta in chiazze ben circoscritte, ma qualche volta occupa diffusamente buona parte del capo senza che si distinguano bene i contorni delle singole chiazze. Questi contorni si vedono bene di solito però ai confini del cuoio capelluto perché l'eruzione psoriasica si estende un poco oltre ai limiti dei capelli, sulla fronte, sulle tempie, dietro le orecchie, dove spicca per il rilievo squamoso circondato per lo più da un alone di colorito roseo vivace.

Cause
Quale sia precisamente la causa interna, se essa sia unica o se condizioni diverse possano agire come momenti eziologici o patogenetici noi però non lo sappiamo: l'impressione clinica ci porta a dare importanza nei vari casi a fatti diversi. Così, osservando la insorgenza di psoriasi dopo un grave shock nervoso, si è affacciata una teoria nervosa; constatando la frequente coincidenza della psoriasi con la uricemia, si è messa la dermatosi in rapporto colla alterazione del ricambio azotato; osservando casi di psoriasi combinati colla presenza di xantomi, si è pensato ad una alterazione nel ricambio dei lipidi; constatando un aumento dello zucchero cutaneo negli psoriasici si è pensato che questa alterazione possa avere importanza nel determinismo della dermatosi.
Si richiama inoltre l'attenzione sui possibili rapporti della psoriasi con alterazioni delle ghiandole a secrezione interna e specialmente delle ghiandole genitali femminili (psoriasi coincidenti con dismenorrea e con amenorrea migliorate e guarite col correggersi della disfunzione ovarica o con cure ormonali ), della tiroide e del timo

Cura
Da quello che abbiamo detto a proposito della eziologia risulta che ogni caso di psoriasi deve essere sottoposto ad un esame generale completo dal quale potranno risultare indicazioni per certe cure interne: cura antiartritica in alcuni casi; ricostituente, ormonale, ecc., in altri casi. Come abbiamo già accennato, si è raccomandata specialmente la terapia ormonale tiroidea e la timica e lampade speciali.

 

Commenta l'articolo su facebook:

nim
13-6-2007



Atre notizie
in categoria
DERMATOLOGIA

Visualizza Tutti gli articoli di questa uscita N° 3 - Anno 7


Torna alla home page


Collegamenti pubblicitari esterni:

Collegamento diretto Siti web affiliati a Nuova Italia Medica
Dermatologia - Medicina Estetica - Andrologia - Urologia - Sessuologia - Endocrinologia  - Tricologia - Psicologia

 


 


CONTATTI  |  CHI SIAMO IN REDAZIONE  |  PUBBLICITA'  | LETTERE AL DIRETTORE  | PROPONI UN ARTICOLO |   WEBMASTER Rss


Nuova Italia Medica Rivista Trimestrale Nazionale di informazione medica e cultura. Registrazione del tribunale di Catania N° 17/94 del 30/06/1994
© Tutti i diritti riservati www.nuovaitaliamedica.it  Copyright 2007 - 2013

 

 

 

Archivio articoli Nim

Gli articoli di nuova italia medica



Ricevi i nostri feed, clicca qui


NUOVAITALIAMEDICA CONSIGLIA DI VISITARE:

Il Centro Medico Eudermico Italiano dal 1964 è l'unica struttura polispecialistica a carattere nazionale che con i vari presidi sanitari dislocati in tutto il territorio garantisce la possibilità di affrontare, curare e risolvere con le cure mediche e con la chirurgia andrologica tutti i casi che si presentano con le varie patologie.  VAI AL SITO WEB